martedì 4 luglio 2017

Nerve di Ariel Schulman, Henry Joost (2016)

USA 2016
Titolo Originale: Nerve
Regia: Ariel Schulman, Henry Joost
Sceneggiatura: Jessica Sharzer
Cast: Emma Roberts, Dave Franco, Machine Gun Kelly, Juliette Lewis, Emily Meade, Miles Heizer, Kimiko Glenn, Brian Marc
Durata: 96 minuti
Genere: Thriller


Ma voi ve lo ricordate quel periodo in cui tutti - no beh, forse sto un po' esagerando - parlavate del fenomeno "Blue Whale"? Vi ricordavate quel periodo in cui andavate al lavoro e vedevate la mamma preoccupata che il proprio figlio/a finisse in un giro del genere per colpa dei social network? Se voi non doveste ricordarvelo, io me lo ricordo, dato che l'ambiente in cui lavoro è particolarmente eterogeneo a livello di età e accoglie sia il novellino di 22 anni sia la mamma sulla cinquantina - e io anagraficamente e lavorativamente sono vicinissimo al novellino di 22 -, ma mi ricordo anche che qualcuno, con cui ero anche moderatamente d'accordo non essendomi particolarmente informato sulla vicenda, disse che lui a priori, quando sentiva la parola "Iene" di fianco ad una notizia, la dava per falsa, o comunque per gonfiata per doveri di spettacolo. Pochi giorni dopo la discussione tenuta in pausa pranzo arrivava la notizia che l'inviato de "Le Iene" - uno dei più grandi mezzi di informazione dell'Italia intera e leggete l'ironia di questa affermazione - non si era ben informato sulla dimensione della cosa e aveva montato ad arte un servizio non approfondendo sulle fonti. Tutto quello che un buon giornalista dovrebbe fare insomma. A beh, ma "Le Iene" fanno giornalismo?
Voi direte, cosa c'entra lo spataffio iniziale di questo articolo con il film "Nerve"? Beh, secondo la mia opinione c'entra, in qualche modo, prendendo la cosa abbastanza alla larga, ma c'entra. E dire che se questo film fosse uscito solamente un paio di settimane fa, quando tutti avevano creduto alla veridicità del fenomeno "Blue Whale", questa pellicola avrebbe avuto, probabilmente, un successo ben maggiore rispetto a quanto ottenuto qui in Italia, perchè anche se in un modo completamente diverso, costruisce una trama che gira attorno ad un gioco online in cui chi si iscrive può diventare spettatore o giocatore rimanendone intrappolato anche a costo della vita. Lo spettatore dà ordini su ciò che il giocatore dovrà eseguire e il giocatore, per ogni missione, guadagnerà dei soldi. Il tutto ovviamente in un mondo ormai dominato dai social network e in cui è facile farsi influenzare da essi per ritenere di avere una vita sociale soddisfacente.
"Nerve" alla fin fine è un film per ragazzi e come tale va preso, ma nell'ottica del guardare un film in cui dover ragionare il meno possibile sui contenuti e concentrarsi il più possibile sull'azione e sul complotto che si nasconde dietro al gioco che dà il titolo al film si può tranquillamente dire di avere in mano uno dei film perfetti per questo periodo in cui il caldo la fa da padrone e il cervello a volte si rifiuta di lavorare in maniera eccessiva. Con questo film ci si concentra su questo e i due registi Ariel Schulman e Henry Joost sono bravi nel non voler dare al film una connotazione seriosa, rendendolo un thrillerino piacevole con il quale il pubblico che si reca occasionalmente nei cinema, specialmente se accompagnato dai genitori perchè ancora non ha l'età per prendere la patente, può divertirsi e non riflettere troppo, ma soprattutto concentrarsi su quella scena in cui Emma Roberts - sempre sia lodata - compare in intimo.
E' chiaro che il commento che io ho appena scritto e che voi lettori avete appena letto vada preso con le pinze: siamo pur sempre davanti ad un filmettino estivo dai contenuti decisamente semplici e fin troppo semplificati che ha il merito di non prendersi troppo sul serio, di non annoiare mai e di mostrare Emma Roberts in intimo. È altrettanto vero però che così come chi ha visto questo film lo abbia superato in maniera indenne, così tra un paio di settimane è molto probabile che se lo sia anche dimenticato, non essendo per nulla un film memorabile, quanto più che altro un filmettino guardabile e nulla di più.

Voto: 6

4 commenti:

  1. Hai ragione, è un filmettino divertente e piuttosto innocuo, anche in tempi di Blue Whale! Emma Roberts contribuisce certo a renderlo più guardabile :)

    RispondiElimina
  2. Io dal fenomeno Blue Whale mi sono tenuta alla larga, così come da anni mi tengo alla larga da Le Iene, quindi mi sono goduta Nerve per quello che è, un thriller simpatico per adolescenti, con un'Emmina Roberts adorabile!

    RispondiElimina
  3. Il film bene, ma non benissimo.

    Emma Roberts invece benissimo! :)

    RispondiElimina
  4. Tre su tre e poi c'è Emma Roberts che a me piace assai.
    Lo recupero. ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...