domenica 13 dicembre 2015

NON C'E' PARAGONE WARS - Il riassuntone!



Siamo giunti alla fine della settimana bloggesca dedicata interamente al recupero di tutti i film della saga di Star Wars e alle recensioni su questo blog. Settimana che in realtà non finisce qui, dato che l'uscita del settimo capitolo della saga è ormai alle porte e che è probabilissimo che una recensione la vedrete anche da queste parti. Con questo post volevo un po' riassumere tutte quelle sensazioni vissute grazie al recupero della saga e darne una valutazione complessiva in base al mio gusto. Inoltre, proprio nel corso di questa settimana, ho scoperto con piacere che ci sarebbe una modalità alternativa per la visione della saga e che, se lo avessi scoperto prima, avrei direttamente provato questa via, che invece dovrò rimandare. La strada in questione, denominata "Machete", prevederebbe che i film vengano visti in quest'ordine: "Una nuova speranza", "L'impero colpisce ancora", "La minaccia fantasma" - che si può o vedere subito, o tralasciare direttamente, oppure ancora vederlo alla fine come spin-off -, "L'attacco dei cloni", "La vendetta dei Sith", "Il ritorno dello Jedi. In questo modo la trilogia prequel assumerebbe un senso molto diverso, soprattutto alla luce dell'episodio V, e creerebbe una tensione ancora maggiore per il capitolo conclusivo.

Detto questo, riassumiamo un po' le cose, sempre nell'ordine in cui le ho viste. Cliccando sui titoli potrete leggere la recensione completa del film in questione.



Un bel film, un bel giocattolone, che però non è esente da qualche difettuccio, come ad esempio il fatto che la battaglia finale dopo la morte di Obi-Wan Kenobi mi ha annoiato parecchio e che la storia è prevalentemente introduttiva. Per molti è il meglio dell'intera saga, per me una buona introduzione, ma nulla di più.

Voto: 7,5



Il vero capolavoro dell'intera saga: dimenticate le atmosfere anche un po' giocose del'episodio IV e tuffiamoci dentro ad un episodio ben più cupo e coraggioso a livello di sceneggiatura. La scelta nel finale di mettere in seria difficoltà i due personaggi più amati della saga - Luke Skywalker e Ian Solo - è roba che raramente si era vista nei cinema, così come la scelta di fare un secondo capitolo di una trilogia senza un vero e proprio inizio e senza una vera e propria fine.

Voto: 9



Per quel che mi riguarda un piccolo passo indietro rispetto al capitolo precedente: quello che doveva essere un capitolo risolutivo si comporta abbastanza bene per tre quarti della sua durata, ma alcune scene, troppo diluite nel tempo, ancora una volta mi hanno abbastanza tediato. Il finale con la redenzione di Dart Fener però risolleva moltissimo il tutto.

Voto: 8-



Terminata la trilogia originale, ci si butta sulla trilogia prequel, dedicata all'ascesa di Anakin Skywalker e a ciò che lo ha portato a diventare Dart Fener. Peccato che in realtà questo capitolo I si riveli, ai fini della continuity temporale, piuttosto inutile e, a parte degli effetti speciali decisamente evoluti rispetto alla trilogia originale, non è che abbia molto di più da offrire. A parte il peggior cattivo della saga, Dart Maul.

Voto: 5



Dopo l'insuccesso del capitolo precedente, George Lucas decide di giocare con i sentimenti degli spettatori, imbastendo una pur interessante storia d'amore tra Anakin Skywalker e Padmè Amidala. IL risultato è una pellicola ben più coinvolgente della precedente, che però ha qualche passaggio a vuoto e qualche momento che si sarebbe potuto tranquillamente evitare.

Voto: 6,5



Episodio conclusivo della trilogia prequel, con il completamento del passaggio al Lato Oscuro della Forza da parte di Anakin Skywalker. Il miglior capitolo della trilogia prequel senza che gli altri abbiano saputo mettere la cosa in discussione.

Voto: 7,5


Voto alla trilogia originale: 8,5
Voto alla trilogia prequel: 6,5

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...