sabato 6 dicembre 2014

BAD GIRLS - "La coniglietta di casa"

Dopo aver ricordato la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, solo una settimana dopo, la combriccola di blogger riunita organizza un secondo evento, della durata di circa una settimana, che parla sempre di donne. Di donne che però, diventano cattive!


USA 2008
Titolo Originale: The House Bunny
Regia: Fred Wolf
Sceneggiatura: Karen McCullah Lutz, Kirsten Smith
Cast: Anna Faris, Colin Hanks, Emma Stone, Katharine McPhee, Kat Dennings, Beverly D'Angelo, Hugh Hefner, Rumer Willis, Kiely Williams, Sara Jean Underwood
Durata: 91 minuti
Genere: Commedia

La trama in breve: Shelley è una coniglietta di Playboy, cacciata dallo stesso Hugh Hefner perchè ha raggiunto il limite di età.  Andrà dunque a vivere in una confraternita studentesca, la Zeta Alpha Zeta, composta da ragazze un po' asociali e sfigatelle.

Penso sia da almeno un paio di anni che rimando la visione di questa commedia, consigliatami da vari amici per via dell'elevatezza del tema trattato, ma soprattutto per la presenza di Anna Faris, una delle idole di casa, oltre che coniglietta di casa, per via delle sue partecipazioni nei primi tre film della saga di "Scary Movie". Sì, perchè il quarto e il quinto film di quella saga non sono mai esistiti! MAI! Ho colto dunque la palla al balzo per vedere questa pellicola in occasione della rassegna sulle ragazze cattive e, anche questa volta, non sono troppo convinto della scelta che ho fatto. Perchè la protagonista più che cattiva, è molto ingenua (per usare un eufemismo) più che cattiva. Si può ritrovare della cattiveria nel gruppo di antagoniste, ma non è secondo me il tema portante del film.

Il presupposto è molto semplice: Shelley è una ex coniglietta di Playboy, licenziata per il sopraggiunto limite di età, che è costretta ad andare a vivere in una confraternita popolata da ragazze un po' stramboidi e totalmente impopolari. La loro scarsa socievolezza sarà dunque motivo per Shelley per "educare" le consorelle su come vivere nel mondo. Ovvero in un modo totalmente opposto al loro. Il fatto di essere una ex coniglietta di Playboy ha fatto vivere Shelley in un mondo molto diverso da quello reale, motivo per cui nel vedere le contrapposizioni tra lei e le sue consorelle si va, decisamente, da un opposto all'altro, dalla pudicizia estrema delle consorelle all'andare in giro praticamente sempre in bikini di Shelley (motivo per cui un po' la ringraziamo anche).

Il film è dunque una commedia piuttosto fresca e divertente, anche se dal punto di vista dello svolgimento non mi è sembrato molto lineare, quanto più che altro un racconto di una serie di situazioni diverse non collegate benissimo tra di loro. Ho apprezzato particolarmente la performance "mezza nuda" di Anna Faris, così come anche quella di Emma Stone nei panni della figura carismatica della confraternita Zeta Alpha Zeta (ovvero di quella un po' più sfigatella del gruppo), tanto che anche il doppiaggio, che le conferisce una voce quasi maschile, mi è parso azzeccatissimo col personaggio.

Voto: 6+

Hanno finora partecipato alla rassegna i seguenti blog

05/12

06/12

E non perdete nei prossimi giorni le altre recensioni della rassegna, come da programma!


8 commenti:

  1. anche a me aveva fatto una impressione simile.
    divertente, anche se non fenomenale...

    ma vedo che c'era anche kat dennings di 2 broke girls!
    l'avevo dimenticata :)

    RispondiElimina
  2. Non mi ispira per nulla, ma...
    ... c'è Kat Dennings? Devo vederlo!

    RispondiElimina
  3. Mioddio! Ma questo dove l'hai pescato?
    P.S: Davvero niente la male la fanciulla con il top bianco. Chi è?

    RispondiElimina
  4. Emma Stone. Allora lo si guarda ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti avverto che è stata doppiata in maniera molto mascolina... Però fa parte del personaggio ed è comunque figa

      Elimina
  5. Non mi ispira un granché nonostante la tua rece, che Hugh Efner mi perdoni neh!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...