mercoledì 30 aprile 2014

Il cigno nero (2010)

USA 2010
Titolo Originale: Black Swan
Regia: Darren Aronofsky
Sceneggiatura Andrés Heinz, Mark Heyman, John J. McLaughlin
Cast: Natalie Portman, Mila Kunis, Vincent Cassel, Barbara Hershey, Winona Ryder, Ksenia Solo, Kristina Anapau, Benjamin Millepied, Janet Montgomery, Sebastian Stan, Toby Hemingway, Sergio Torrado, Mark Margolis, Tina Sloan
Durata: 104 minuti
Genere: Thriller

La trama in breve: Nina Sayers è una ballerina in una compagnia teatrale di New York. Verrà scelta per interpretare il ruolo del cigno nel balletto "Il lago dei cigni", ma presto si scontrerà con il coreografo per la su scarsa predisposizione ad interpretare il cigno nero. Ciò la porterà a prendere la sua interpretazione con ossessività, portandola in un vortice di visioni inquietanti che sconvolgeranno la sua vita.

Dopo due anni dall'apertura di questo blog e quasi quattro anni dall'uscita di uno dei film che per me hanno segnato questo secondo decennio del 2000, finalmente decido di parlare sul mio blog del film di Darren Aronofsky che ha saputo stregarmi, prendermi nel profondo, rapirmi e trascinarmi con sè per tutta la sua durata. Poi farmi amare una Natalie Portman fino ad allora abbastanza da me sottovalutata e soprattutto essere probabilmente uno di quei film che più consiglio ai miei amici. La scena tipica che si ripete spesso e volentieri infatti è:

"Voglio vedere un film stasera, che cosa mi consigli?"
"Il cigno nero"
"No, che palle, troppa ansia"
"Idiota, ignorante!!! Guardati "I soliti idioti" che è meglio!"

Davvero, ho amato così tanto questo film che mi è quasi inconcepibile che esistano persone a cui possa non piacere. Ancora più inconcepibile che esistano persone che nemmeno lo vogliano vedere. Adesso però diamo un taglio con gli elogi dettati dal cuore e parliamo dal film. Film che io prima di tutti avevo accolto come un banalissimo film sul mondo del balletto. E ora dopo quattro anni sono qui ancora a parlarne come un capolavoro perchè questo è quello che è e non perde assolutamente il suo effetto nemmeno dopo una seconda od una terza visione.

Darren Aronofsky è il regista dell'ossessione, che qui viene ritratta dalle gesta di Nina, che ambisce a diventare la prima ballerina ne "Il lago dei cigni". Scelta dal coreografo per lei inizierà una crisi insostenibile, in quanto perfettamente in grado di interpretare il cigno bianco, ma non adatta a mettere in scena in maniera credibile sia il cigno bianco sia il cigno nero. Il vortice di follia in cui si andrà a ficcare è costruito dal regista Aronofsky in maniera pazzesca: la tensione si sente fortissima per buonissima parte del film, la colonna sonora accompagna perfettamente le turbe psicotiche della protagonista, che la portano ad immedesimarsi talmente tanto nei due personaggi da fare sogni strazianti la notte e comportarsi esattamente come i due cigni che deve interpretare.

Natalie Portman per questa interpretazione ha vinto un meritatissimo Oscar, risultando secondo me, tra le altre cose, perfetta per una parte tagliata dal sarto per lei: la bellezza fisica di Natalie Portman infatti non è di quelle che ti seducono, ti provocano, risultano sexy al solo sguardo. La sua è una bellezza pura, pulita ed innocente. Un perfetto cigno bianco, che per diventare cigno nero deve lavorare e molto su se stessa. A fare da contraltare alla figura di Natalie Portman è Mila Kunis: lei è il perfetto cigno nero del film, sexy, provocante, talvolta sboccata, con una personalità che tende molto a lasciarsi andare. Mila Kunis che interpreta il ruolo che l'ha consacrata come una delle più grandi fighe del cinema di questi ultimi anni.

Il tutto culmina in un finale che definire pazzesco è dir poco: il film accelera il suo ritmo in maniera impressionante culminando in un'acclamazione generale da parte del pubblico dopo la rappresentazione del balletto. Applauso che Aronofsky non ha messo a caso. Applauso che mi sento di fare mio e di condividere, come perfetta chiusura di una pellicola perfetta. L'applauso presente nel film io lo faccio mio e lo ripropongo. Quell'applauso è anche il mio!

Voto: 10+

In coda condivido il mio primo esperimento con il canale Youtube, dedicato proprio a questo film. Tengo a sottolineare che non sono un attore, ho una voce orribile, non sono per nulla espressivo e che il canale Youtube è un gioco che vuole essere divertente in primis per me. E se riuscissi ad essere divertente anche per qualcun altro tanto di guadagnato.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...