lunedì 3 giugno 2013

Scream Saga

"Scream", il primo "Scream", è uno dei miei horror preferiti perchè sa unire allo slasher duro e puro, una certa autoironia sul genere e su tutti i film horror in generale. Per questo, dopo che in un pomeriggio di febbre, sono riuscito a vedere finalmente lo "Scream 4" che finora non ero riuscito a vedere, ho deciso di recuperarmi e rivedermi anche tutti gli altri tre!



Scream - Chi urla muore


USA 1996
Titolo Originale: Scream
Regia: Wes Craven
Sceneggiatura: Kevin Williamson
Cast: Neve Campbell, Skeet Ulrich, Matthew Lillard, Courteney Cox Arquette, Rose McGowan, David Arquette, Jamie Kennedy, W. Earl Brown, Joseph Whipp, Liev Schreiber, Drew Barrymore, Kevin Patrick Walls, David Booth, Carla Hatley, Lawrence Hecht, Lois Saunders, C. W. Morgan, Frances Lee McCain, Lisa Canning, Henry Winkler, Wes Craven, Lynne McRee, Roger L. Jackson
Genere: Horror, Slasher


La trama in breve: A Woodsboro, in California, Casey Becker riceve una telefonata da uno sconosciuto che però pian piano sembra conoscerla meglio di quanto lei stessa credesse. L'uomo inizia a terrorizzarla, confessandola di aver rapito il suo fidanzato ed uccidendolo nel suo giardino davanti ai suoi occhi, per poi procedere ad uccidere lei stessa. La notte dopo il killer aggredisce Sidney Prescott, fallendo però nel tentativo di ucciderla. Per gli studenti di Woodsboro inizierà un incubo.



Quando si parla con me di "ScreaM", sappiate che si sta parlando di una cosa che io ritengo molto molto seria. Dopo che gli anni ottanta avevano riempito il cinema horror di film slasher su serial kiiller quasi invincibili ecco che, grazie al genio di Wes Craven e dello sceneggiatore Kevin Williamson, il genere prende tutta un'altra piega, virando su una autoironia di fondo ed un citazionismo che diventano nel film assai spassosi.


E' proprio questo il merito del primo capitolo della saga di "Scream", che da una parte ha profondo rispetto per i film del suo stesso genere, dall'altra parte li dissacra completamente, ironizzando su di essi e facendo vedere, grazie alle ormai famosissime tre regole, quali sono i topoi su cui l'intero genere si regge.


Favorito dalla giovane età dei protagonisti ne viene fuori un film destinato con gli anni a diventare un cult assoluto del cinema slasher, anche attraverso personaggi spassosissimi destinati ad entrare nella storia come il vicesceriffo Linus, a sua volta dissacrato dal primo capitolo della saga di "Scary Movie" in maniera spassosissima. Piccola chicca: il film in questione avrebbe proprio dovuto chiamarsi "Scary Movie", titolo poi reso famoso dalla notissima saga di parodie horror.


Voto: 8



Scream 2


USA 1997
Titolo Originale: Scream 2
Regia: Wes Craven
Sceneggiatura: Kevin Williamson
Cast: Neve Campbell, Jamie Kennedy, Courteney Cox Arquette, David Arquette, Laurie Metcalf, Timothy Olyphant, Elise Neal, Jerry O'Connell, Liev Schreiber, Sarah Michelle Gellar, Jada Pinkett Smith, Lewis Arquette, Duane Martin, Rebecca Gayheart, Portia de Rossi, Omar Epps, Marisol Nichols, Philip Pavel, Timothy Hillman, David Warner, Chris Doyle, Heather Graham, Tori Spelling, Luke Wilson, Roger L. Jackson
Genere: Horror, Slasher



Prosegue anche con il secondo capitolo l'opera dissacratoria da parte del regista Wes Craven, stavolta puntando il dito contro i luoghi comuni che affliggono i sequel dei film horror. Ciò mostra una conoscenza fuori dal comune del mezzo e una voglia matta di non prendersi sul serio, secondo me vera chiave del successo dell'intera saga.


Ci si trasferisce in un college, ma alla fine la storia è sempre la stessa. Siamo su livelli di bellezza leggermente inferiori al primo capitolo, ma comunque un grande lavoro è stato fatto per questo secondo capitolo che ha anche avuto il merito di strapparmi qualche risata.


Voto: 7,5



Scream 3


USA 2000
Titolo Originale: Scream 3
Regia: Wes Craven
Sceneggiatura: Ehren Kruger
Cast: Neve Campbell, Courteney Cox Arquette, David Arquette, Parker Posey, Patrick Dempsey, Scott Foley, Lance Henriksen, Matt Keeslar, Jenny McCarthy, Emily Mortimer, Deon Richmond, Liev Schreiber, Kelly Rutherford, Patrick Warburton, Jamie Kennedy, Lynne McRee, Josh Pais, Lawrence Hecht, Kevin Smith, Jason Mewes, Eric Erath, Heather Matarazzo, Carrie Fisher, C. W. Morgan, Roger L. Jackson, Skeet Ulrich, Matthew Lillard
Genere: Horror, Slasher



Il terzo capitolo della saga vede la dipartita di Kevin Williamson dal ruolo di sceneggiatore e, di certo non riesco a considerarlo un caso, alla fine dei giochi il film si rivelerà essere, proprio a livello di sceneggiatura, il più deboluccio delle tre pellicole della saga originale. Appaiono eccessive alcune forzature, i protagonisti, quelli che sono rimasti in vita, non riescono più ad avere lo stesso smalto della prima produzione a cui hanno preso parte.


Si perde anche leggermente la componente autoironica che aveva caratterizzato i primi due capitoli, facendone praticamente cadere l'interesse verso l'intera produzione.


Voto: 6,5



Scream 4


USA 2011
Titolo Originale: Scream 4
Regia: Wes Craven
Sceneggiatura: Kevin Williamson
Cast: Neve Campbell, Emma Roberts, David Arquette, Courteney Cox, Hayden Panettiere, Marielle Jaffe, Rory Culkin, Marley Shelton, Nico Tortorella, Mary McDonnell, Anthony Anderson, Adam Brody, Erik Knudsen, Alison Brie, Aimee Teegarden, Brittany Robertson, Lucy Hale, Shenae Grimes, Anna Paquin, Kristen Bell
Genere: Horror, Slasher


La trama in breve: Dopo oltre dieci anni dagli avvenimenti di Woodsboro, Sidney Prescott è autrice di un manuale di auto-aiuto, trovandosi a dover tornare proprio nella sua città per pubblicizzare uno dei suoi libri. Dopo il massacro di due studenti del liceo, Linus avvia le indagini per scoprire chi è il nuovo killer. Si scopre essere proprio Ghostface, tornato a colpire nella cittadina in cui tutto ebbe inizio.



Con questo quarto capitolo siamo davanti da un certo punto di vista ad un proseguimento della storia, dall'altro lato siamo più vicini ad un vero e proprio remake. Da una parte abbiamo qualche personaggio e qualche interprete che sopravvivono all'originale, dall'altro i nuovi personaggi introdotti da questa storia imitano quelli originali.


Il cast è pregno di giovani stelle, provenienti soprattutto dalla televisione. Tra questi spiccano Hayden Panettiere, vista in serie TV come "Heroes" e successivamente nella nuova "Nashville" e Adam Brody, il famosissimo Seth Coen di "The O.C.", qui nei panni di un poliziotto. Fanno anche la loro comparsata in qualche cameo (interpreti del film "Stabbed") Anna Paquin (True Blood"), Kristen Bell (Heroes e House of Lies), Lucy Hale (Pretty Little Liars) e Shenae Grimes (90210).


Molta l'ironia presente in questo film, per un ritorno ai fasti del primo capitolo, grazie anche al ritorno alla sceneggiatura di Kevin Williamson, soppiantato da Ehren Kruger nel terzo, e meno riuscito, episodio della saga.


Voto: 7,5

3 commenti:

  1. Secondo me invece Scream 4 è pattume allo stato puro. Sono idee vecchie e stravecchie con l'aggiunta degli smartphone, Facebook e gnappette semi-adolescenti... e chi è il supercattivone finale? (SPOILER) La ragazzina di cui nessuno (in realtà tutti ma proprio tutti) sospetta.
    Il peggiore è il 3 perché la storia degli attori non ha alcun senso: potevano inventarsi qualsiasi espediente per utilizzare il "geniale" fratello come supercattivone finale (che non sbaglia niente ma che casualmente non ne combina una giusta quando deve uccidere la protagonista), invece no, riciclano e ripeto riciclano il mondo della cinematografia (cioè un autoelogio del regista e dello staff).
    La serie ha molto più senso fino al college (il 2), insomma un mondo in cui ci si può rispecchiare, poi diventa pura e semplice fiction "alla Dexter" che può funzionare in un telefilm, ma non in film di quel calibro.
    Ultimissima cosa: probabilmente l'1 è uno dei film più emozionanti e geniali di tutti i tempi che, ahimè, a mio avviso (parlo avendo esperienze criminologiche) ha ispirato tantissimi killer.

    Ciao da Dave di BC.

    RispondiElimina
  2. Hai ragione un po', il quarto capitolo ricade forse un po' troppo nell'autocitazionismo, cosa che non ho sottolineato nella recensione. Comunque l'ho trovato spassoso e divertente, soprattutto se poi messo a confronto con il terzo.

    RispondiElimina
  3. E' un po' tardino e mi sto per addormentare, però ci tenevo a fare delle autocorrezioni, eh eh: dunque, il killer del terzo non è proprio infallibile, in fondo non cicca solo quando c'è da ammazzare Sydney. :D Poi non è proprio vero al 100% che si tratta di un autoelogio al mondo del cinema, perché in fondo si basa un po' tutto sullo sputtanamento di quella realtà (i grandi capi corrotti e viveur, i registi che devono mettersi a 90 gradi con la produzione, le tirocinanti che si devono fare il potente di turno, ecc...), però, come dire...? Un po' troppo facile fare un film con la scusa del film, tutto qua. :D
    Non è molto credibile... come se un fratello ossessionato dalla madre e dalla sorella uccidesse tutti gli attori e il produttore del suo film (rovinandosi la carriera), della serie: non è meglio procurarsi una pistola e far fuori chi non ti sta a genio per strada? Ottieni quello che vuoi e la tua carriera da regista-psyco è salva. Scrivo con quella che dovrebbe essere la mentalità credibile del cattivo del film, eh? Perché inscenare tutta quella farsa? Beh, semplice: perché il film non ci sarebbe stato! In genere i serial killer hanno bisogno di uccidere, ma non distruggono il loro sostentamento ad cazzum per fare spettacolo. :D
    Il primo film è abbastanza credibile e ha un senso logico, il secondo, come hai scritto, è la solita tiritera ma comunque segue l'originalità del primo, il terzo è un po' una vaccata campata in aria, il quarto è la tiritera del primo in salsa 2011 ("Ma quanto semi bbravi a usare gli smartphone?"), ma forse a te sarà piaciuto di più perché segui i telefilm meglio di me e quindi ti sarai affezionato anche agli attori (fighette in primis). :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...